|

Home

Convocazione Assemblea Generale degli Iscritti nell'Albo e nell'Elenco per l'approvazione del Bilancio Previsionale 2017

Attenzione: apre in una nuova finestra. Versione in pdfStampaE-mail

altSi comunica che è convocata l'Assemblea Generale degli Iscritti nell'Albo e nell'Elenco Speciale per l'approvazione del Bilancio Previsionale 2017 dell'Ordine, per il giorno 24.11.2016 ore 8:00 in prima convocazione presso la sede dell'Ordine, ed in seconda convocazione per il giorno venerdì 25 novembre 2016 dalle ore 12:00 alle ore 13:30 presso Edificio Sali Scelti - sede Parco Molentargius - via la Palma - Cagliari.

Ordine del Giorno

1. Bilancio previsionale 2017 e relazioni accompagnatorie;
2. Relazione del Collegio dei Revisori al Bilancio Previsionale 2017;
3. Varie ed eventuali.
In ossequio alle vigenti norme, il Bilancio Previsionale e le relazioni collegate saranno a disposizione degli Iscritti presso la sede dell'Ordine e sul sito internet a partire dal 17 novembre 2016.


L'evento è stato incluso nell'ambito del Programma di Formazione Professionale Continua - Anno 2016, e la partecipazione darà diritto al riconoscimento di n. 2 CFP in materia obbligatoria A.1.2

 

Circolare del Ministero dell'Economia e delle Finanze - Dipartimento della Ragioneria Generale dello Stato, n. 21 del 29 settembre 2016

Attenzione: apre in una nuova finestra. Versione in pdfStampaE-mail

Pubblicata la Circolare del 29 settembre 2016, n. 21 del MEF recante modalità e termini di comunicazione delle caselle di Posta Elettronica Certificata degli iscritti nel Registro dei revisori legali, in attuazione dell’articolo 27, comma 2, del decreto legislativo 17 luglio 2016, n. 135. Tale disposizione ha esteso alla categoria dei revisori legali, alla stregua dei professionisti iscritti in altri albi ed elenchi istituiti con legge dello Stato, l’obbligo di dotarsi di strumenti di comunicazione elettronica per dialogare con la Pubblica Amministrazione e con le imprese.

Consulta la Circolare n. 21/2016

 

 

Formazione "Sezione A" e "Sezione B" del Registro dei Revisori Legali

Attenzione: apre in una nuova finestra. Versione in pdfStampaE-mail

Con l’entrata in vigore del decreto legislativo n.135 del 17 luglio del 2016, sono istituite nel Registro dei Revisori Legali le nuove sezioni denominate «A» e «B». L’articolo 27 del decreto legislativo, in prima applicazione, ha stabilito i criteri per la formazione di tali sezioni, prevedendo, in particolare, l’iscrizione nella «Sezione B» dei revisori “inattivi” e di quelli per i quali non risulta espletato nell'ultimo triennio alcun incarico di revisione legale o attività di revisione presso una società di revisione legale.

A tale riguardo, la Circolare RGS n. 34 dell’8 agosto 2013, nel fissare al 23 settembre il termine per l’avvio degli obblighi di comunicazione verso il Registro degli incarichi di revisione legale in corso, per mezzo di modalità telematiche e digitali, aveva previsto, già in conformità al decreto legislativo n. 39 del 2010, che “La mancata assunzione di incarichi di revisione legale per tre anni consecutivi determina l'iscrizione nella sezione "revisori inattivi" del Registro dei revisori legali”.

L’aggiornamento delle sezioni «A» e «B» del Registro sono rese effettive a far data dal 23 settembre 2016.

Avviso ai tirocinanti

Si ricorda che il revisore legale iscritto nella «Sezione B» del Registro non può assolvere in relazione al tirocinio la funzione di “dominus” per aspiranti revisori legali. Alla luce di quanto precede, si invitano i tirocinanti di dominus eventualmente iscritti in detta Sezione, al fine di non incorrere nella sospensione automatica del tirocinio - con effetto dalla data in cui il dominus è collocato nella «Sezione B» -, ad individuare altro revisore legale (iscritto nella «Sezione A») o società di revisione legale, e ad effettuare le conseguenti comunicazioni verso il Registro di variazione del soggetto presso il quale il tirocinio è svolto (modulo TR-10).

Consulta la notizia

 

I candidati per le elezioni del nostro Ordine

Attenzione: apre in una nuova finestra. Versione in pdfStampaE-mail

altSono state presentate le liste dei colleghi che si sono candidati per le elezioni valide per il rinnovo del Consiglio del nostro Ordine che si terranno i giorni 3 novembre 2016 dalle ore 9.00 alle ore 18.00 e 4 novembre 2016 dalle ore 9.00 alle ore 16.00.
Il seggio elettorale sarà allestito presso l’Hotel Caesar’s 2/4 a Cagliari.

 

 

 

Liste per il Consiglio dell’Ordine


Candidati per il Collegio dei Revisori

 

 

V Trofeo Nazionale di Golf 2016

Attenzione: apre in una nuova finestra. Versione in pdfStampaE-mail

 

L'Associazione Sportiva Dilettantistica dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili ha organizzato il V Trofeo Nazionale di Golf Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili 2016. In allegato la brochure.

Allegato

 

Elezioni del Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili - deposito delle liste dei candidati presso il Ministero della Giustizia

Attenzione: apre in una nuova finestra. Versione in pdfStampaE-mail

alt

Si pubblica l'informativa n. 103-2016 trasmessa in data 16.9.2016 dal CNDCEC , avente ad oggetto il deposito delle liste dei candidati, presso il Ministero della Giustizia, per le elezioni del Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili.
 
 

 

Elezioni per il rinnovo del Consiglio e del Collegio dei Revisori dell'ODCEC di Cagliari 2017- 2020

Attenzione: apre in una nuova finestra. Versione in pdfStampaE-mail

altÈ convocata per i giorni 3 novembre 2016 dalle ore 9.00 alle ore 18.00 e 4 novembre 2016 dalle ore 9.00 alle ore 16.00, presso  l’Hotel Caesar’s -  Via Darwin, 2/4 - Cagliari l’Assemblea elettorale degli Iscritti all’Albo, per l’elezione del Presidente e n. 10 Consiglieri, in rappresentanza degli Iscritti all’Albo dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Cagliari, per il periodo dal  01/01/2017 al 31/12/2020 nonché per l’elezione del Collegio dei Revisori dell’Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Cagliari, composto da tre membri effettivi e due supplenti, per il periodo dal  01/01/2017 al 31/12/2020.

NON è ammesso il voto “per corrispondenza”.

Le elezioni si svolgeranno secondo quanto previsto dagli artt. 9, 20, 21 e 24 del D.lgs. n. 139 del 28 giugno 2005, nonché dal Regolamento elettorale approvato dal Ministro della Giustizia in data 17 agosto 2016.

Avviso di Convocazione; 

L’Avviso di Convocazione è stato affisso negli uffici dell'Ordine nonché pubblicato sul quotidiano L'Unione Sarda nelle giornate del 16.9.2016 (pag. 14) e 19.9.2016 (pag. 17).

 Regolamento elettorale  

Modello A - Lista per le elezioni Dottori Commercialisti
Modello A1 - Candidatura Revisori
Modello B - Accettazione candidatura
Modello C - Sottoscrizione liste 
Modello D - Fac simile scheda elettorale
Modello D1 - Fac simile scheda elettorale Revisori

 

Approvazione del Regolamento elettorale

Attenzione: apre in una nuova finestra. Versione in pdfStampaE-mail

alt

 

Pubblichiamo il Regolamento per lo svolgimento delle elezioni dei Consigli degli Ordini dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili e del Collegio dei Revisori in carica dal 1° gennaio 2017 al 31 dicembre 2020.

Come previsto dal Regolamento, approvato con decreto del Ministero della Giustizia del 17 agosto 2016, la convocazione dell’Assemblea elettorale e le modalità di voto saranno indicate con apposito avviso almeno 45 giorni prima della data fissata per le elezioni (3 e 4 novembre 2016).

Regolamento elettorale 
Modello A - Lista per le elezioni Dottori Commercialisti
Modello A1 - Candidatura Revisori
Modello B - Accettazione candidatura
Modello C - Sottoscrizione liste
Modello D - Fac simile scheda elettorale
Modello D1 - Fac simile scheda elettorale Revisori

 

Chiusura estiva della sede dell'Ordine

Attenzione: apre in una nuova finestra. Versione in pdfStampaE-mail

alt

Si comunica che gli uffici dell’Ordine resteranno chiusi al pubblico in occasione delle prossime ferie estive da lunedì 8 agosto 2016 a venerdì 2 settembre 2016 gli uffici riapriranno regolarmente con i consueti orari a partire da lunedì 5 settembre p.v.

 

 

Linee Guida per il Sindaco-Revisore alla luce degli ISA Italia

Attenzione: apre in una nuova finestra. Versione in pdfStampaE-mail

altIl Consiglio Nazionale ha pubblicato il Documento “Linee Guida per il Sindaco-Revisore alla luce degli ISA Italia”, rivolto ai componenti del collegio sindacale che effettuano anche la revisione legale. Le Linee guida, elaborate dal gruppo di lavoro multidisciplinare “Sistemi di controllo, Collegio sindacale e Principi di revisione”, tentano in primo luogo di coordinare le fonti normative, le prassi operative, le norme deontologiche della professione - specificatamente destinate a regolamentare l’attività dell’organo di controllo della società - con quelle dedicate allo svolgimento della revisione legale. In secondo luogo, esse descrivono costantemente l’attività, l’organizzazione ed il funzionamento del collegio sindacale in considerazione dei principi di revisione internazionali (ISA Italia).

 

Il collegio sindacale - o il sindaco unico della società a responsabilità limitata a cui le Linee guida possono applicarsi stante l’attuale formulazione dell’art. 2477 c.c. -  è un organo sociale e in ciò si distingue sensibilmente dal revisore legale che, diversamente, è un soggetto esterno incaricato dalla società di una prestazione specificatamente individuata dalla legge.

 

Partendo da queste premesse, il documento descrive ed analizza sette aree di “maggiore criticità”, oggetto di specifici approfondimenti, connesse all’operatività del collegio sindacale incaricato della revisione, individuate sulla base delle esigenze e delle segnalazioni pervenute dagli iscritti all’Albo dei commercialisti nel corso dei numerosi convegni e seminari dedicati alla revisione legale: attività preliminari all’accettazione dell’incarico; organizzazione del collegio sindacale; sinergie; primi incarichi di revisione e saldi di apertura - i rapporti tra il collegio sindacale incaricato della revisione ed il precedente incaricato della revisione; verbalizzazione e documentazione; continuità aziendale; eventi successivi: aspetti teorici e pratici.

 

Linee Guida per il Sindaco-Revisore alla luce degli ISA Italia

 

 

 

Formazione Professionale Continua Elenco dei soggetti autorizzati all'erogazione di eventi formativi

Attenzione: apre in una nuova finestra. Versione in pdfStampaE-mail

alt

Informativa n. 81- 2016, a firma del Presidente del CNDCEC, Dott. Gerardo Longobardi, avente ad oggetto:

“Elenco delle Associazioni di iscritti nell'Albo e degli altri soggetti autorizzati all'organizzazione di attività di formazione professionale continua”.
 

   

Bilancio Consutivo CNDCEC 2015

Attenzione: apre in una nuova finestra. Versione in pdfStampaE-mail

altIl Consiglio Nazionale, nella seduta del 26 maggio 2016, ha approvato il Bilancio Consuntivo dell'anno 2015.

Bilancio Consuntivo 2015

Bilanci depositati Società Partecipate

   

Start Cup Sardegna 2016 - adesione Iscritti alla manifestazione - scadenza 8 luglio 2016

Attenzione: apre in una nuova finestra. Versione in pdfStampaE-mail

altLa presente per comunicarVi che l’Ordine ha concesso, su richiesta dell’Università degli Studi di Cagliari, il proprio patrocinio alla Manifestazione Start Cup Sardegna 2016, Fase Locale Cagliari.
Il patrocinio dell’Ordine consiste nel promuovere la competizione nei confronti dei propri Iscritti i quali, in numero di cinque, si impegneranno ad offrire supporto ai cinque vincitori nella costruzione e redazione del relativo business plan.
IL Premio Start Cup Sardegna 2016 è una competizione tra business plan di idee imprenditoriali innovative maturate in contesti di ricerca. Obiettivo cardine è sostenere la ricerca e l’innovazione tecnologica finalizzata allo sviluppo economico della Regione Sardegna; la manifestazione, infatti, intende diffondere la cultura d’impresa nel territorio e promuovere la nascita di imprese ad alto contenuto di conoscenza.
La Start Cup Sardegna è inserita all’interno del circuito del PNI Cube, competizione di idee imprenditoriali innovative maturate in contesti di ricerca applicata. L’azione ha come obiettivo quello di dare concretezza alle idee con maggiori potenzialità di sviluppo, mettendo i giovani ricercatori nella condizione di affrontare adeguatamente la fase di start up di una nuova impresa.
Le Business Idea decretate vincitrici dalla Commissione Start Cup Sardegna 2016, fase locale Cagliari, allegate alla presente, sono le seguenti:
 
1.       Bautiful Box;
2.       BiiHar;
3.       BXTAR;
4.       UrbisMap
5.       Yenetics, l'innovativo test prenatale non invasivo che analizza le 100 malattie genetiche più diffuse al mondo; 
 
Per ciascuna delle cinque Business Idea, a partire dalla documentazione allegata, dovrà essere redatto il Business Plan e relativo Executive Summary al fine di poter concorrere, con i finalisti della fase locale di Sassari, alla finale regionale che si terrà a Sassari nel mese di Ottobre e nella quale verranno proclamati i tre vincitori della Start Cup Sardegna 2016. Ai vincitori della Start Cup Sardegna, ossia ai gruppi che hanno presentato i migliori Business Plan ed Executive Summary, verrà erogato un premio in denaro e la possibilità di partecipare alla fase nazionale del Premio Nazionale per l’Innovazione (PNI) che si terrà a Modena nel mese di dicembre.
Il Business Plan dovrà contenere:
1.       EXECUTIVE SUMMARY (tassativamente non più lungo di 4 pagine)
2.       DESCRIZIONE DELL’IMPRESA
3.       PRODOTTO/SERVIZIO (innovatività e difendibilità dell’idea)
4.       DESCRIZIONE DEL MERCATO E DEI CONCORRENTI
5.       PIANO STRATEGICO
6.       PIANO DI MARKETING
7.       PIANO OPERATIVO
I.        IL PIANO DI MARKETING
II.      IL PIANO OPERATIVO
8.       MODELLO DI BUSINESS
9.       ORGANIZZAZIONE E RISORSE UMANE
10.    IL FABBISOGNO FINANZIARIO DELL’IMPRESA
11.    IL PIANO ECONOMICO-FINANZIARIO
 
A.      Allegati Tecnici
B.      Lettera di intenti/Referenze
C.      Curricula
 
L’Executive Summary, come sopra indicato, dovrà essere tassativamente di quattro pagine e dovrà invece contenere:
a) RELAZIONE tra la Business Idea e contenuto tecnologico o di conoscenza e l’Università o Ente pubblico di ricerca (max 1 pagina). La mancanza di questo paragrafo sarà motivo di automatica esclusione dalla competizione.
b) SINTESI DEL PROGETTO IMPRENDITORIALE (max 2 pagine) ove indicare:
·         i bisogni che l’impresa intende soddisfare con quali tipi di prodotti/servizi;
·         le premesse (storia) e lo stadio di sviluppo dell’idea, in particolare dei prodotti/servizi (eventuale evidenza di accettazione da parte di clienti o di giudizi    positivi di esperti);
·         il mercato/segmenti a cui intende indirizzare l’offerta e con quali obiettivi (quantificare le dimensioni del mercato);
·         la concorrenza ed il posizionamento (vantaggio) competitivo;
·         il team imprenditoriale/manageriale ed il background di esperienza;
·         gli aspetti essenziali operativi ed organizzativi (commerciali, tecnici, produttivi, amministrativi);
·         i rischi e le protezioni/difese (legali/gestionali);
·         i principali traguardi distribuiti nel tempo ed i vincoli (risorse finanziarie, manageriali ecc.);
·         la sintesi dei risultati economici e dell’assetto finanziario/patrimoniale (caso base, eventualmente più favorevole e meno favorevole).
c) PARAGRAFO SULL’INNOVAZIONE SOCIALE (solo per i progetti che si candidano per la rispettiva menzione speciale, max 1 pagina) ove indicare:
·         i bisogni sociali che l’impresa intende soddisfare con quali tipi di prodotti/servizi.
d) PARAGRAFO SULL’IMPRESA SOCIALE IN OTTICA DI PARI OPPORTUNITA’ (solo per i progetti che si candidano per la rispettiva menzione speciale, max 1 pagina) ove indicare:
·         i bisogni inerenti l’inclusione sociale di soggetti vittime di discriminazione che l’impresa intende soddisfare con quali tipi di prodotti/servizi.
 
I Colleghi interessati, possono presentare all’Ordine domanda di partecipazione a mezzo e-mail all’indirizzo Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. entro venerdì 8 luglio p.v..
Il Liaison Office d’Ateneo, nella persona della dott.ssa Diana di cui trovate i contatti sotto, è a disposizione per fornire qualunque informazione e supporto organizzativo volto a favorire la redazione dei cinque Business Plan e dei relativi Executive Summary che dovrà avvenire entro il 5 ottobre 2016 secondo le modalità ritenute da voi più appropriate, da concordare con i vincitori, per poter procedere con l’attività.
 

Ulteriori informazioni sulla manifestazione sono consultabili al link http://www.startcupsardegna.it/ 

Dott.ssa Giorgia Diana – UNICA Liaison Office – 070 6756503 – mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
   

Informativa CNDCEC: comunicazione PEC all'Ordine - Trasmissione elenchi PEC a INI PEC e Consiglio Nazionale

Attenzione: apre in una nuova finestra. Versione in pdfStampaE-mail

altIl Ministero dello Sviluppo Economico rende noto che ai sensi dell'art. 14 del D. Lgs. n. 159/2015, dal 1° giugno p.v. le cartelle di pagamento saranno notificate esclusivamente via PEC all'indirizzo del professionista risultante dal registro INI PEC. A tal fine la legge consente all'Agente della riscossione di consultare telematicamente ed estrarre tali indirizzi anche in forma massiva. Per i casi in cui la PEC non dovesse risultare valida o attiva o, ancora, la casella fosse satura, la stessa norma prevede che la notificazione sia eseguita mediante deposito dell'atto presso gli uffici della Camera di Commercio competente, pubblicando l'avviso sul sito web della CCIAA e dandone notizia allo stesso destinatario per raccomandata con avviso di ricevimento.

A tal proposito ed al fine di aggiornare e completare gli elenchi delle PEC ed inviarli a INI PEC ed al CNDCEC, si ricorda che tutti i professionisti iscritti in Albi ed Elenchi istituiti con legge dello Stato, ai sensi dell’articolo 16, comma 7, del decreto legge n. 185 del 2008, hanno l’obbligo inderogabile di comunicare ai rispettivi Ordini o Collegi il proprio indirizzo di posta elettronica certificata. Vi invito pertanto a verificare il Vostro indirizzo PEC nell’area riservata del sito web dell’Ordine. 
Si ricorda che, oltre a comportare inefficienze amministrative i cui costi sono a carico di tutti gli Iscritti, la mancata comunicazione del proprio indirizzo PEC costituisce un inadempimento sanzionabile in sede disciplinare con apposito procedimento previsto dal “Regolamento per l’esercizio della funzione disciplinare territoriale – Procedura semplificata per alcune fattispecie di illecito” (in vigore dal 1° giugno 2015).