|

Home > Modulistica     > Formazione

Formazione

Formazione Revisori legali

Attenzione: apre in una nuova finestra. Versione in pdfStampaE-mail

FPC - MODIFICHE AL PROTOCOLLO DI INTESA CNDCEC/MEF

 

Giovedì 23 maggio 2019

Con l’informativa n.46/2019 del 22 maggio 2019 il Consiglio Nazionale ha reso noto di aver siglato un nuovo protocollo di intesa con il MEF per il riconoscimento dell’equipollenza della formazione assolta dagli iscritti negli Albi dei Dottori commercialisti e degli Esperti contabili ai fini dell’adempimento dell’obbligo formativo dei Revisori legali di cui all’art. 5 del D.Lgs. 27 gennaio 2010, n. 39.

Nel nuovo accordo è previsto che:

  • a partire dal 2019 il CNDCEC e gli Ordini territoriali possono erogare le attività formative anche a favore dei Revisori legali non iscritti negli Albi dei Dottori commercialisti e degli Esperti contabili;
  •  la partecipazione agli eventi in qualità di relatore consente l’acquisizione di crediti formativi.

Consulta il testo del nuovo protocollo di intesa

Tabella di raccordo programma MEF - codici elenco materie regolamento FPC del CNDCEC aggiornata al 23/05/2019 clicca qui

 

 Formazione Revisori Legali


I Commercialisti da tempo sono chiamati, ai fini della Formazione professionale continua, a maturare 30 CFP per anno. Dal 2017, però, i colleghi iscritti al Registro dei Revisori legali dovranno acquisire, all’interno dei 30 CFP, almeno 20 Crediti relativi alla formazione del Revisore legale. I 20 crediti diventano, pertanto, un “di cui” dei 30 CFP totali per anno. A tal fine l'ODCEC di Cagliari garantirà la possibilità di adempiere all’obbligo formativo, in modo gratuito, attraverso eventi specifici e gratuiti sia in aula, sia in e-learning.

COME MATURARE I CREDITI


I 20 CFP relativi ai Revisori legali possono essere maturati secondo le seguenti modalità:

 

1) Attraverso corsi relativi a materie del Gruppo A, fino al raggiungimento dei 20 CFP;

2) Attraverso corsi relativi a materie del Gruppo A, in misura pari ad almeno a 10 CFP. In questo secondo caso, la restante parte dei Crediti potrà essere acquisita frequentando corsi relativi a materie del Gruppo B e C.


Per consultare l’infografica clicca qui

Per le indicazioni del MEF clicca qui

Per consultare le FAQ Revisori del MEF clicca qui

Per consultare le FAQ Revisori dell'ODCEC di Cagliari clicca qui

 

 Informativa n. 16/2017: Programma di formazione dei revisori legali per l'anno 2017 - equipollenza con la formazione erogata dagli Ordini territoriali           clicca qui

 

Informativa n. 52/2017: modifica programma di formazione dei revisori legali per l'anno 2017 - equipollenza con la formazione erogata dagli Ordini territoriali clicca qui

 

- Informativa n. 64/2017: aggiornamento portale web CNDCEC - equipollenza formazione dei revisori legali con la formazione erogata dagli Ordini territoriali e dai soggetti autorizzati clicca qui

  

- Informativa n. 26/2019aggiornamento allegati 1 e 2 del protocollo d'intesa MEF-CNDCEC per il riconoscimento dell’equipollenza della formazione già assolta dagli iscritti negli albi dei dottori commercialisti e degli esperti contabili ai fini dell’adempimento dell’obbligo formativo dei revisori legali

Allegato 1

Allegato 2

Tabella di raccordo programma MEF 2019 - codici elenco materie regolamento FPC del CNDCEC aggiornamento del 27 marzo 2019 clicca qui

 

In data 6 dicembre 2017 il Consiglio Nazionale ha inviato l’elenco materie completo (allegato al Regolamento FPC) e, dunque, comprensivo dell’indicazione della Materia (A,B,C,D,E), degli argomenti (numerazione .1, .2, .3 etc..) e del dettaglio (numerazione .1.1, .1.2, .1.3, etc…)  

 Tabella di raccordo programma MEF - codici elenco materie regolamento FPC del CNDCEC del 6 dicembre 2017 clicca qui

 

 

-Informativa n. 15/2018: Protocollo d'intesa MEF-CNDCEC per il riconoscimento dell'equipollenza della formazione assolta dagli iscritti negli albi dei dottori commercialisti e degli esperti contabili ai fini dell'adempimento dell'obbligo formativo dei revisori legali clicca qui

 

 

 

Attestazione crediti formativi

Attenzione: apre in una nuova finestra. Versione in pdfStampaE-mail

 Modulo dichiarazione sostitutiva di certificazione

Allegato

 

RICHIESTA DI ESENZIONE - Art. 6 Regolamento di Formazione Professionale Continua

Attenzione: apre in una nuova finestra. Versione in pdfStampaE-mail

 

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI CERTIFICAZIONE - RICHIESTA DI ESENZIONE - (Art. 8 Regolamento FPC)
 

 

 

Dal 1.1.2018 in vigore le nuove disposizioni sulla Formazione Professionale

Attenzione: apre in una nuova finestra. Versione in pdfStampaE-mail

Per Vostra opportuna conoscenza ci pregiamo segnalare quanto segue:

 

 

1) Nuovo Regolamento per la formazione professionale continua – novità.

 


In data 31 gennaio 2018 è stato pubblicato nel Bollettino Ufficiale del Ministero della Giustizia il nuovo “Regolamento per la Formazione Professionale Continua degli Iscritti negli Albi tenuti dagli Ordini dei Dottori Commercialisti e degli esperti Contabili”, che modifica quello pubblicato nel B.U.M.G. del 31 dicembre 2017

Il nuovo Regolamento FPC, in vigore dal 1° gennaio 2018, presenta diverse importanti novità. Si invitano i colleghi a prendere visione del nuovo Regolamento e a consultare la scheda sinottica allegati.

Si riporta di seguito un elenco delle principali novità:

        - esonero obblighi formativi per gli Iscritti nell’Elenco Speciale e per i non esercenti la professione;

      - eliminazione del limite per l’acquisizione dei crediti formativi professionali tramite la fruizione di attività e-learning;

      - principio di “riportabilità” dei crediti formativi professionali da un triennio formativo ad un altro esclusivamente per i crediti maturati nei corsi di alta formazione organizzati dalle S.A.F.;

       - equipollenza tra la formazione professionale continua dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili e la formazione iniziale e biennale dei Gestori della crisi. In particolare, per assolvere l’obbligo formativo iniziale e biennale, fissato in 40 ore complessive, sarà possibile partecipare allo svolgimento di corsi di  “formazione”, di cui alla lettera b) dell’articolo 1, comma 2, del Regolamento FPC, ciascuno della durata non inferiore a 12 ore, aventi ad oggetto le materie della crisi d’impresa e del sovraindebitamento. l’equipollenza per l’assolvimento del citato obbligo formativo non è invece riconosciuta per la partecipazione agli eventi di “aggiornamento” di cui alla lettera a) dell’articolo 1, comma 2, del Regolamento FPC;

        - l’applicabilità all’intero triennio (2017-2019), ai sensi dell’articolo 21, rubricato “norme transitorie” delle disposizioni che prevedono l’acquisizione senza limiti dei crediti formativi mediante le attività di formazione a distanza, il riconoscimento delle attività formative particolari (articolo 16), l’esenzione, anche parziale, dallo svolgimento della formazione (articolo 8).

L’esenzione dello svolgimento dell’attività formativa, ai sensi dell’art. 8 del Regolamento FPC, non esonera dall’obbligo formativo previsto a carico degli iscritti nel Registro dei Revisori Legali dei Conti e per l’iscrizione nell’elenco dei Revisori degli Enti Locali.

In merito al riconoscimento presso il MEF dei crediti formativi assolti agli Iscritti all’Albo e validi ai fini dell’adempimento dell’obbligo formativo dei Revisori Legali si comunica che è stato siglato il protocollo di intesa MEF-CNDCEC per il riconoscimento dell’equipollenza e contenente le mo-dalità attraverso le quali gli Ordini, per il tramite del Consiglio Nazionale, trasmetteranno annual-mente al Ministero i dati relativi all’assolvimento dell’obbligo formativo da parte dei propri iscritti.

Si segnala che la comunicazione al MEF dei dati relativi all’assolvimento dell’obbligo formativo è un adempimento a carico del Consiglio e non del singolo Iscritto.

Alcune disposizioni del nuovo “Regolamento per la Formazione Professionale Continua degli Iscritti negli Albi tenuti dagli Ordini dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili” – approvato in data 18/10/2017, pubblicato sul Bollettino del Ministero della Giustizia n. 2 in data 31/01/2018, entrato in vigore dal 1° gennaio 2018, sono destinate a produrre effetti anche per l’anno 2017. In particolare anche per il 2017


a) - è previsto l'esonero per l'assolvimento dell'obbligo formativo, sulla base dell’art. 8 comma 3 e 4, nei casi sotto elencati:

- Iscritto nell'Elenco Speciale (l’esonero dall’obbligo formativo sarà acquisito d’ufficio);

- Iscritto all'Albo che non esercita neanche occasionalmente la professione a condizione che avanzi la richiesta di esonero nella quale dichiari, sotto la propria responsabilità, di:

(*) non essere in possesso di partita IVA, né soggetto al relativo obbligo in relazione ad at-tività rientranti nell’oggetto della professione;

(*) non essere iscritto alla Cassa Nazionale di Previdenza ed Assistenza, né soggetto al re-lativo obbligo;

(*) non esercitare l’attività o le funzioni professionali neanche occasionalmente e in qualsiasi forma;

 

b) - è prevista la riduzione dei crediti formativi professionali per gli Iscritti all'Albo che compiano il 65° anno di età in una data compresa nel triennio in corso (la riduzione dei crediti formativi sarà acquisita d’ufficio);

c) - per i nuovi iscritti nell’Albo, per coloro che passano dall’Elenco Speciale nell’Albo e per coloro che, pur essendo iscritti nell’Albo, cessano dalla condizione di non esercenti l’attività professionale, l’obbligo formativo ha inizio il 1° gennaio dell’anno successivo all’iscrizione nell’Albo, al passaggio nell’Albo, ovvero alla cessazione della condizione di non esercente l’attività professionale, con conseguente riduzione del numero di crediti triennali.


d) - é altresì possibile richiedere l'esenzione temporanea dalla formazione professionale continua per:

- Maternità (la previsione dell'esenzione per maternità è stata estesa ai padri ed ai genitori adottivi o affidatari);

- Servizio civile volontario, malattia, infortunio, assenza dall'Italia, che determinino l'interruzione dell'attività professionale per almeno 6 mesi non derivante da sospensione disciplinare;

- Malattia grave debitamente documentata del coniuge, dei parenti e degli affini entro il 1° grado e dei componenti il nucleo familiare che comporti l’interruzione dell’attività professionale per almeno 6 mesi;

- Altri casi di documentato impedimento derivante da cause di forza maggiore che saranno valuta-te dal Consiglio che deciderà discrezionalmente sulla istanza di esonero.


La richiesta di esenzione dallo svolgimento della formazione professionale dovrà essere presentata alla Segreteria dell'Ordine utilizzando la relativa modulistica che alleghiamo accompagnata da co-pia di documento di identità.


L'istanza deve pervenire al Consiglio dell'Ordine senza ritardo rispetto alla sopravvenienza della causa di riduzione, di esenzione o di esonero e comunque entro un termine che consenta all'Iscritto istante, in caso di esito sfavorevole della verifica operata dall'Ordine, di ottemperare comunque all'obbligo formativo annuale minimo.

Infine si ricorda che sulla base dell’art. 15 comma 3 e 8 del Regolamento recante il Codice delle Sanzioni Disciplinari emanato dal CNDCEC in vigore dal 01/01/2017, si configura violazione dell’obbligo di formazione professionale il mancato conseguimento dei crediti formativi minimi in ciascun anno (20 per gli under 65 e 7 per gli over 65) ovvero il mancato conseguimento dei 9 cre-diti in attività formative aventi ad oggetto l’ordinamento, la deontologia, i compensi, l’organizzazione dello studio professionale, la normativa antiriciclaggio e le tecniche di mediazione nel corso del triennio, prevedendo la sanzione della censura.

 

Regolamento Formazione in vigore dal 1.1.2018

 

 

Ricerca iscritto