|

Home

Informativa CNDCEC n. 08/2020 - Ultimi chiarimenti dell'Agenzia delle entrate su obblighi di conservazione delle dichiarazioni fiscali, impegno cumulativo alla trasmissione delle dichiarazioni e visto di conformità

Attenzione: apre in una nuova finestra. Versione in pdfStampaE-mail

Il Consiglio Nazionale, facendo seguito all’Informativa n. 122/2019, ha comunicato gli ultimi aggiornamenti sull’attività dallo stesso svolta nell’ambito del Tavolo tecnico con l’Agenzia delle Entrate relativamente al visto di conformità e alla trasmissione delle dichiarazioni, sulle novità in corso di implementazione nei Tracciati relativi alla Fattura elettronica e ai Corrispettivi telematici, nonché sulle iniziative del CNDCEC per ottenere chiarimenti sull’incerta decorrenza della nuova causa di esclusione dal regime forfetario introdotta dalla Legge di bilancio 2020 per coloro che nell’anno precedente abbiano percepito redditi di lavoro dipendente o assimilati di importo superiore ad euro 30.000.

Informativa CNDCEC n. 08/2020

 

Il nuovo Codice Deontologico in vigore dal 1° marzo 2016

Attenzione: apre in una nuova finestra. Versione in pdfStampaE-mail

altEntrerà in vigore il prossimo 1° marzo il nuovo codice deontologico dei commercialisti. Il testo, che aggiorna il precedente del 2008, ha ricevuto il via libero definitivo del Consiglio nazionale della categoria al termine della pubblica consultazione alla quale era stato sottoposto nei mesi scorsi.

La revisione complessiva dei contenuti del codice, elaborato dalla Commissione nazionale ‘Deontologia’, si è resa necessaria per l’evoluzione della normativa di riferimento. Oltre al necessario allineamento all’ordinamento professionale, ‘toccato’ da ripetuti interventi legislativi negli ultimi anni, il nuovo Codice presenta rilevanti novità soprattutto con riferimento ai rapporti tra commercialisti e tra questi ultimi e i clienti, al fine di individuare regole di condotta chiare e per dare risposta alle criticità rilevate negli ultimi anni (quali, ad esempio, i casi di subentro a un collega ovvero di rinunzia al mandato professionale).

Al Codice deontologico sarà a breve affiancato anche un Codice delle Sanzioni diretto a fornire ai Consigli di Disciplina indicazioni uniformi sull’applicazione delle sanzioni disciplinari in caso di violazione delle norme deontologiche.

SCHEDA

Le principali novità del nuovo Codice deontologico
 

  • Le disposizioni del codice si applicheranno anche alle società professionali in quanto compatibili (artt. 1 e 3);
  • Sono stati aggiornati i riferimenti ai soggetti deputati all’esercizio dell’azione disciplinare (consigli di disciplina)
  • E’ stato espressamente previsto l’obbligo di copertura assicurativa per i rischi professionali conformemente a quanto previsto dalla legge (art. 14)
  • Nei rapporti con i colleghi sono stati meglio precisati alcuni comportamenti diretti a rendere effettivo il dovere di colleganza (art. 15)
  • E’ espressamente prevista la facoltà di concordare con il cliente, in caso di suo recesso, possibilità di un indennizzo del professionista (art. 20)
  • E’ stata precisata la condotta del professionista in caso di rinunzia all’incarico professionale laddove il cliente si renda irreperibile (art. 23)
  • E’ stato espressamente previsto che la misura del compenso deve essere concordata per iscritto all'atto del conferimento dell'incarico professionale con preventivo di massima comprensivo di spese, oneri e contributi conformemente a quanto previsto dalla legge (art. 25)
  • Nell’ambito dell’assunzione di incarichi istituzionali vengono introdotti obblighi informativi diretti a rafforzare la trasparenza della loro attribuzione e viene espressamente fatto divieto di utilizzare alcun incarico istituzionale per fini pubblicitari o per sollecitare l’affidamento di incarichi professionali (art. 28)
  • E’ espressamente previsto in capo all’iscritto un dovere di collaborazione con gli organismi di categoria, anche tramite la tempestiva, esauriente e veritiera risposta a specifiche richieste poste da questi nello svolgimento delle loro funzioni istituzionali (art. 29)
  • Rafforzate le misure di contrasto del fenomeno di esercizio abusivo della professione (art. 42)
  • Nell’ambito delle norme sulla pubblicità, sono state introdotte specifiche disposizioni in merito all’utilizzo del titolo accademico; è stato altresì specificato il divieto di inserire riferimenti commerciali o pubblicitari nei siti web degli iscritti (art. 44)



Consulta il nuovo codice deontologico
 

 

CNPR - Esperti Contabili iscrizione

Attenzione: apre in una nuova finestra. Versione in pdfStampaE-mail

alt Il 30 dicembre scorso è stata pubblicata la legge di stabilità 2016 che contiene l'obbligo di iscrizione degli Esperti Contabili alla Cassa di Previdenza dei Ragionieri.

L'obbligo di iscrizione vale sia per gli Esperti contabili che si iscriveranno alla Cassa dei Ragionieri sia per gli esperti contabili che nell'incertezza normativa degli anni passati hanno scelto di versare i contributi alla gestione separata Inps.

A tal proposito si rende noto che la Cassa di Previdenza dei Ragionieri sta inviando a tutti gli Iscritti alla sezione B dell’Albo una comunicazione recante istruzioni operative per l’assolvimento dell’obbligo di iscrizione.

   

Verbali e procedure del collegio sindacale

Attenzione: apre in una nuova finestra. Versione in pdfStampaE-mail

altIn vista della scadenza dei bilanci 2015, il Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili (CNDCEC) ha pubblicato il documento “Verbali e procedure del collegio sindacale”.
Si tratta di una rielaborazione rivista e approfondita del documento n. 20, divulgato nel 2013, a cura dell’IRDCEC (oggi FNC), che si è resa necessaria a seguito dell’entrata in vigore (30 settembre 2015) delle nuove Norme di comportamento del collegio sindacale di società quotate e non. 

Il testo messo a punto dal Cn contiene 55 bozze aggiornate alla luce delle nuove norme di comportamento, che riproducono i momenti salienti dell’attività di vigilanza del collegio, così come vengono scanditi e declinati nel codice civile, nel TUF e nelle Norme di comportamento, sin dal momento dell’accettazione dell’incarico e dell’insediamento dell’organo.

I nuovi schemi operativi – precisa il Consiglio nazionale - rappresentano mere tracce e dovranno essere utilizzati in modo flessibile, dal momento che “non possono ovviamente rappresentare tutte le variegate situazioni che nella prassi professionale possono verificarsi concretamente”.

 

scarica : Verbali e procedure del collegio sindacale

 

 

CNPADC – Elezioni dei componenti l’Assemblea dei Delegati

Attenzione: apre in una nuova finestra. Versione in pdfStampaE-mail


altLe elezioni dei componenti l’Assemblea dei Delegati della Cassa Nazionale di Previdenza e Assistenza a favore dei Dottori Commercialisti (CNPADC) per il quadriennio 2016 – 2020 si svolgeranno a Cagliari il prossimo 25 maggio 2016 presso la sede dell’Ordine, Viale Trento 94

Il seggio sarà aperto dalle ore 8.00 alle ore 19.00.

 

Consulta l’elenco dei candidati

 

Consulta il regolamento delle procedure elettorali

   

Ricerca iscritto